martedì, 27 Settembre, 2022 12:23:56 PM

Francesca Romana Biscardi, passeggiando nello Zodiaco, creatività tra i pianeti

di Patrizia Gesuita.

E’ affascinante conoscere persone particolarmente creative e sensibili, purtroppo in giro non ce ne sono tantissime. Io ho avuto la fortuna di conoscerla da tempo, sto parlando di Francesca Romana Biscardi, una donna dal bellissimo sorriso che fa illuminare i suoi occhi magnetici, e dal grande fascino intellettuale e creativo.

Francesca Romana Biscardi

Francesca, sei una persona incredibilmente versatile, dai molteplici interessi che spaziano dalla danza classica al canto, inoltre conoscendoti ho potuto constatare che hai il dono della sintesi, grande pregio! Ci parleresti brevemente di te?

Io sono un PCO, un Organizzatore Professionale di Congressi, ed opero sul mercato dal 1990 con una mia agenzia. Avendo avuto da sempre la passione per l’organizzazione di eventi, dai 14 ai 20 anni ho fatto volontariato presso Enti pubblici e società private del settore, dando il mio acerbo contributo che, consolidandosi nel tempo, avrebbe fatto di me il professionista che sono. Il lavoro per me è stata la mia vera, prima grande passione.

Io sono una grande curiosa, forse perché sono dell’Aquario? Non so… Da sempre mi ritrovo a guardare le stelle, la luna, i pianeti. Mi affascina sapere come è nata la tua passione per l’astrologia?

Ti rispondo subito, si è anche perché sei dell’Aquario (sorride). La passione dell’astrologia è una passione di molti Aquario, vogliono sapere qualcosa del futuro, non gli basta mai quello che sanno, vogliono guardare oltre… credo che per me sia nata così, per questo motivo. Ho incominciato un po’ per gioco e poi ho avuto la fortuna di incontrare Franca Mazzei, una grande Astrologa, persona illuminata, e Francesco Astore, uomo dalla grande conoscenza e sensibilità, i miei mentori. Ho frequentato con loro molti corsi e anche un Master biennale in Astrologia con esami e tesi finale, e dopo aver acquisito le nozioni, ho incominciato a riflettere, a fare mia la materia, sempre secondo l’impostazione e la revisione dell’astrologia moderna che dobbiamo alla grande studiosa Lisa Morpurgo.

Franca Mazzei

Francesco Astore

Cosa provi quando fai un tema natale a una persona?

Sicuramente mi avvicino di più alla verità del soggetto. Il tema natale è la “fotografia” astrologica del momento in cui si nasce. Mi accosto con rispetto e curiosità animistica ed esistenziale. In alcuni punti del tema, si possono rilevate argomenti molto delicati che vanno sfiorati, perché possibili tracce di un’infanzia traumatica o di eventi che hanno fatto soffrire il consultante. Quando mi accosto per la prima volta ad un Tema natale, lo osservo, lo studio, incomincio a fare delle ipotesi che, nella maggior parte dei casi, l’altra persona mi conferma… mi sento un po’ come un “investigatore” sulle tracce di qualcosa di delicato ed importante, e cammino in punta di piedi soprattutto con un consultante che si accosta per la prima volta all’Astrologia.

Lisa Morpurgo (1926-1998)

A me è capitato di vedere come visualizzi un Tema natale e mi sono resa conto che è davvero complicato, ci sono una serie di calcoli aritmetici, sugli spostamenti dei pianeti e i gradi… dico bene?

Si è vero. Ma va premesso che la ruota astrologica, e quindi il Tema natale, è composta da 12 case astrologiche, dalla Prima, la Casa dell’Ascendente, in poi. Ogni casa, che rappresenta gli ambiti della vita, è associata a un segno zodiacale. A bocce ferme, la Prima casa è governata dal segno dell’Ariete e rappresenta l’inizio di tutto, l’affermazione dell’Io; la Seconda casa è quella del valore personale, è governata dal Toro e ci “parla” di ciò che valorizza l’individuo, dei beni immobili e dell’habitat in cui si vive. Forse non è questa la sede per dilungarmi, ma sintetizzando posso dire che ogni Casa astrologica ci racconta qualcosa, definisce alcuni ambiti della vita del consultante. Va poi considerato che un giorno, ora e luogo in cui nasce un individuo, determinano il Tema natale nella sua unicità, ma… lo Zodiaco non si ferma mai! Un attimo dopo è di nuovo tutto in movimento, l’Astrologia è qualcosa di vivo! Muovendosi i Pianeti “formano aspetti” (e qui i calcoli di cui prima) con i pianeti del Tema natale… e la storia, la vita, si genera e si rigenera.

Figura rappresentante il Sole nella cabala del XVI sec.

Prima hai parlato della prima e seconda casa, ci vorresti illustrare le altre? Mi sto appassionando…

(ride) d’accordo, continuo sempre sintetizzando al massimo… la Terza casa riguarda la comunicazione, i fratelli, gli spostamenti, il commercio ed è governata dal segno dei Gemelli; la Quarta, che viene “custodita” dal Cancro, afferisce alla famiglia d’origine: li dove siamo nati, la casa dell’infanzia, le persone di famiglia, in un tempo in cui  non siamo ancora autonomi; la Quinta casa è quella dell’energia, governata dal Leone, è la casa degli amori per la vita, dei figli, di ciò che ci piace, delle passioni; la Sesta è quella dell’ordinarietà, del lavoro,  della consuetudine, dell’ordinario, tutto ciò che si fa nella vita quotidiana, e la sua Signora è la Vergine; la Settima casa ci racconta degli “altri” da noi, la governa la Bilancia ed è quella che riguarda le relazioni  stabili che durano nel tempo (matrimonio, convivenze, società in affari); l’Ottava casa,  il cui signore è lo Scorpione,  riguarda la parte profonda, l’inconscio, la finanza, i soldi degli altri, le eredità (a titolo esemplificativo, dico che chi ha una casa ottava molto forte, collegata alla Luna, è facile che sia uno psicoterapeuta);

La Torre dell’Orologio, Venezia (1499)

la Nona casa è quella del Sagittario, pone il focus sui viaggi, sull’estero, sugli studi superiori, infatti il sagittario è il viaggiatore per antonomasia, il globe trotter dello Zodiaco; il Capricorno governa la Decima casa che  è la casa opposta alla Quarta (si, perché ogni Casa ha la sua casa opposta) e ci racconta dell’autonomia e di come l’individuo la affronterà, di come ci arriverà e la conserverà; e siamo all’Undicesima casa… è la nostra (tua e mia, sorella di segno) quella dell’Acquario, quella dell’amicizia, della socialità, degli altri considerati nella loro interezza, della comunità. E alla fine della ruota astrologica troviamo la Dodicesima casa, forse la più complicata da comprendere tra tutte le 12 Case (per me lo è stato), governata dal segno dei Pesci, è quella che parla dell’oltre… oltre quello che vediamo, del tempo non ritmato, non scandito, del tempo dell’Universo, è la casa dello straordinario, dei luoghi chiusi (carceri, ospedale) i cui pianeti governatori sono Nettuno (pianeta del tempo espanso), Giove e la Luna; non a caso viene chiamata anche la Casa di Dio.

La Ruota dello Zodiaco.

E’ vero che Saturno è il pianeta che da molto fastidio nei transiti?

Povero Saturno! Possiamo dire che è un pianeta demonizzato da sempre, ma consente di evolversi aprendo gli occhi sulla realtà, dura, cruda, senza addolcirla, e quando è in quadratura o in opposizione, di tagliar i rami secchi e avvicinarsi al proprio IO vero, lasciandosi alle spalle situazioni che hanno fatto il loro tempo… c’è da dire (ahimè, ecco perché spesso viene temuto) che riporta sempre alla propria realtà con fatica e sofferenza, e prepara lentamente ad un nuovo presente più consono all’individuo. Saturno è il Pianeta delle responsabilità e della ristrutturazione, ma prima di costruire, bisogna buttare giù…

Sono una studiosa di Bona Sforza e su un documento ho ritrovato la data e l’ora esatta della sua nascita. Questa è una notizia incredibile! Ci diresti qualche parola sul suo ascendente e cosa sei riuscita a vedere nel suo “Tema natale”?

Non posso non fare un riferimento ad un’Acquario d’eccezione: la Regina Bona Sforza, Duchessa di Bari (la mia città) e Regina di Polonia, un’Acquario con poteri straordinari che ha fatto tanto bene alla popolazione barese (si pensi che istituì una dote che il Ducato conferiva alle donne di umili condizioni, consentendo loro di sposarsi), e che ristrutturò l’intera amministrazione statale del Regno di Polonia.

 

Ariete                              Toro

 

Gemelli                          Cancro

 

Leone                            Vergine

Ti ringrazio per questa affascinante chiacchierata, sicuramente un argomento diverso dal solito per i nostri lettori, ma interessantissimo e, come ipotizzavo, molto creativo. La creatività si esplica in tantissimi ambiti…

Sono d’accordo con te, credo che la creatività esista dove c’è l’essere umano. Tuttavia, per me, ripeto, è un meraviglioso gioco evolutivo, ed essendo una cattolica convinta, posso dirti che nessuno di noi può definire e mettere un punto sulle cose se non Dio, che, per me, è al di sopra di tutto. Grazie infinite di avermi dato parola.

 

Bilancia                             Scorpione

 

Sagittario                            Capricorno

 

Acquario                            Pesci

Pioggia di stelle, pioggia di sogni. Sono quelle percezioni oltre la materia, che Francesca Romana Biscardi ha innata, circondata da quell’aureola di misticismo arcaico. Visibilmente presente, parata di fronte a me, ho quasi la sensazione che potrei trovarla in ogni luogo del tempo, legata ai miti di coloro i quali, nelle Stelle, ponevano il loro Destino nel gioco della Vita.

Patrizia Gesuita.

Le immagini e i testi potrebbero essere soggetti a copyright.

About Arti Libere

Guarda anche

“Un Dio con il suo Universo”, Giuseppe Vivona, il canto della parola amore

di Anna Landolfi. Ho già presentato, a Voi lettori che seguite la rassegna letteraria “Poesie …

Lascia un commento