domenica, 4 Dicembre, 2022 10:15:02 AM

VI^ ed. Festival della Cooperazione Internazionale “La coda di Ulisse”

La redazione.

Hanno avuto inizio le attività del VI Festival della Cooperazione Internazionale riservate alla città di Massafra.

Il primo evento si è svolto in collaborazione con l’ I.C. Manzoni di Massafra.

Il Festival della Cooperazione Internazionale, giunto alla VI^ edizione, grazie alla tenacia dell’associazione “La coda di Ulisse” vede anche quest’anno Massafra tra le città ospitanti. Il festival continua a crescere e quest’anno ha visto l’adesione di ben sei comuni: Brindisi, Ostuni, Massafra, Francavilla Fontana, Latiano, Lucera oltre ad A.I.F.O nota ONG internazionale ed alla Rete Italiana per la disabilità. Ogni città ha organizzato eventi e convegni a tema.

Alla città di Massafra, quest’anno, sono state riservate le attività culturali e di sensibilizzazione dedicate alle scuole.

L’associazione “La coda di Ulisse” ha avuto il compito di organizzare attività laboratoriali con gli studenti delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado.

Nei giorni 26 e 28 ottobre, presso “Il Parco di Ulisse” gli alunni della Manzoni hanno realizzato dei laboratori sul tema “una parola per la pace” con il coordinamento della educatrice spagnola Amparo Soriano Gomez; ogni alunno ha scelto una parola che per lui fosse rappresentativa della pace e poi l’ha scambiata con i propri compagni. Gli studenti hanno realizzato un flash mob e degli elaborati grafici che hanno consentito loro di acquisire maggiore consapevolezza sull’importanza della pace e della fratellanza tra i popoli.

Giovedì 27 e venerdì 28 ottobre, la scuola secondaria di primo grado “Manzoni” ha ospitato la significativa mostra fotografica “Lesbo, vite sospese” del fotoreporter Marcello Carrozzo, organizzata dalla nostra Associazione.

Una riflessione sulla pace.

Hanno visitato la mostra le ragazze e i ragazzi delle classi terze, guidati dai docenti che, nell’ambito delle attività previste per l’Educazione civica, hanno visualizzato nelle foto crude e toccanti,  la realtà degli emigranti.

Un’esperienza che ha toccato nel profondo tutti, perché guardare da vicino la realtà impressa negli scatti ha fatto tanto riflettere: la necessità di un atteggiamento solidale, soprattutto, ma anche la lotta alla povertà mondiale che spinge migliaia di disperati a lasciare la propria terra e a tentare viaggi estremi; nondimeno la grande fortuna che abbiamo ad essere per caso nati in una parte “buona” del mondo.

Nata all’interno della VI edizione del Festival della Cooperazione Internazionale, la mostra ha fornito spunti molto interessanti di dibattito e confronto, continuato nelle aule con la visione di un breve video sul “testamento spirituale” di Raoul Follereau, in cui il grande giornalista incita i giovani ad “Amare la povera gente, amare le persone infelici, amare lo sconosciuto, amare il prossimo che è ai margini della società, amare lo straniero che vive vicino a voi. Amare.”

Nei prossimi giorni le tappe massafresi del festival proseguiranno con le attività educative programmate al liceo “D. De Ruggieri” per il giorno 14 novembre ed all’ I.I.S.S. “Amaldi” di Massafra.

Il calendario completo degli eventi in tutte le città è visionabile su Facebook sulle pagine de “il Festival della Cooperazione Internazionale” e de “La coda di Ulisse – un legame per la vita”.

 

 

 

 

La Coda di Ulisse ETS impresa sociale è retta dalla presidente, Anna Morelli.

 

 

 

 

About Arti Libere

Guarda anche

La magia dei presepi di Quartucciu

di Anna Landolfi. Per molti e spero di essere in errore, l’arte è un’opzione superflua …

Lascia un commento