lunedì, 24 Giugno, 2024 1:04:32 PM

Andria – I bambini costruiscono la Pace

l’Editoriale

È stato appena battuto il primo ciak che segna l’inizio delle riprese di un ambizioso progetto cinematografico diretto dal pluripremiato regista pugliese Michele Pinto che porterà sugli schermi ancora una volta l’innovativa metodologia didattica del Globalismo Affettivo.

Dopo la fiction “La casa delle Letterine” (sempre diretto da Pinto), curato dall’Istituto Comprensivo Statale “San Giovanni Bosco-Tommaso Fiore” di Altamura, dedicato alla storia del Metodo del Globalismo Affettivo realizzato e uscito nel 2022,  in questo nuovo lavoro denominato “Vivere il Mondo delle Lettere” promosso in rete dall’ Istituto Comprensivo “Jannuzzi – Mons. Di Donna” di Andria e dal 1° Circolo “Don Pietro Pappagallo” di Terlizzi con il patrocinio economico del Dipartimento Sviluppo Economico, Innovazione, Istruzione-Formazione e Lavoro della Regione Puglia, saranno proprio i bambini a farci scoprire come sono nate alcune lettere dell’alfabeto. 

Il Metodo del Globalismo Affettivo, conduce i bambini alla scoperta delle lettere già dai 3 anni di età, ed è stato creato dal maestro pugliese Vito De Lillo, che, sin dal 1983, ha  sperimentato come la sollecitazione della sfera affettiva, emotiva e fantastica insieme al corretto uso della tecnologia possa promuovere un apprendimento naturale vissuto dai bambini non come uno sforzo bensì come svago. 

Fantasia e Tecnologia

per una scuola dell’infanzia attraente.

Un mix efficace non solo per avviare i bambini alla letto-scrittura ma soprattutto per creare le condizioni per uno sviluppo di tutti i canali percettivi, intellettivi oltre che una ricca occasione per interagire con gli altri.

Il Progetto prevede che i bambini, con l’aiuto delle maestre e di qualche genitore, saranno coinvolti  nella costruzione di tutto ciò che occorre per creare le scenografie, i costumi e gli  strumenti per produrre suoni e rumori e vari che costituiranno la colonna sonora del filmato.

Arte e musica daranno libero sfogo

alla creatività e al lavoro di gruppo.

Questo cortometraggio servirà a far comprendere  a tutte le scuole che ne fruiranno, come procedere nell’applicazione della metodologia per dare la massima importanza a quei momenti che consentono ai bambini di sviluppare le proprie potenzialità e dare sfogo alla fantasia, alla creatività e all’espressione sia verbale che mimico-gestuale.

I bambini delle due scuole coinvolte racconteranno la genesi delle lettere: P, A, C, E  proprio per costruire e invocare la PACE nel mondo.

Il loro intento è anche quello di inviare un messaggio chiaro agli adulti, un messaggio che in questo periodo non può e non deve rimanere inascoltato

Il metodo, ampiamente diffuso grazie anche all’assidua collaborazione di Vincenzo Borracci, e sperimentato in centinaia di scuole su tutto il territorio nazionale, negli anni ha ottenuto lodevoli e rinomati apprezzamenti da parte di importanti enti ed istituzioni che operano nel campo dell’educazione e della formazione a livello didattico e scientifico.

Ne sono un esempio, quelli ricevuti

dall’Università degli Studi “Aldo Moro”,

dall’Unità Operativa Complessa di Neuropsichiatria Infantile del Policlinico di Bari,

dalla Federazione Italiana Scuole Materne,

dall’Istituto per la Ricerca Accademica e Sociale ed Educativa,

dall’ANPE (Associazione Nazionale Pedagogisti)

e da un Centro di Neuro Psichiatria di New York.

Michele Pinto. Ph. Andrea Paparella.

Le riprese della fiction, si svolgeranno ad Andria, all’interno dell’Istituto Comprensivo Statale “Jannuzzi – Mons Di Donna” e del 1° Circolo Didattico “Don Pappagallo di Terlizzi.

La sceneggiatura del progetto filmico è stata scritta direttamente dall’autore del Globalismo Affettivo Vito De Lillo.

A supervisionare l’intero progetto  sarà  la Dirigente scolastica, la dott.ssa Lilla Bruno, l’aspetto amministrativo è affidato alla dott.ssa Roberta Lasciarrea mentre quello pedagogico sarà curato dalla prof.ssa Luisa Verdoscia, già ex Dirigente scolastico della Scuola dell’infanzia e primaria “Don Milani” di Bari, istituto in cui De Lillo ha brevettato il metodo.

A coordinare i lavori nella scuola di Andria saranno le insegnanti: Bianchino Vincenza, Annamaria Pastore, Nunzia Lotito, Giuseppe De Tullio.

Supervisionerà i lavori nella scuola di Terlizzi il Dirigente  prof. Bonasia Michele e il prof. De Tellis Gaetano, mentre i docenti coinvolti sono: De Manna Giovanna e Volpe Giovanna.  Produzione filmica di Arcadia Kinema di Michele Pinto

About Arti Libere

Guarda anche

Fasano – “Al di là dell’Ombra” – Un film di Giuseppe Gimmi

Una grande novità nel panorama cinematografico nazionale: è uscito il nuovo cortometraggio del regista fasanese …

Lascia un commento