domenica, 26 Settembre, 2021 3:36:01 PM

Isabella e Bona Sforza, donne del Rinascimento Teatro Kismet, Bari 30 agosto 2021

di Anna Landolfi.

Isabella e Bona Sforza

Donne del Rinascimento dal Ducato di Milano al Ducato di Bari.

Un inizio di stagione teatrale che comincia al Teatro Kismet OperA a Bari. Tre titoli in cartellone, per le Attività Culturali e di Spettacolo anno 2021, Ripartizione Culture, Religioni, Pari Ppportunità, Comunicazione, Marketing Territtoriale e Sport del Comune di Bari. Rispettivamente: “Isabella e Bona Sforza, donne del Rinascimento dal Ducato di Milano al Ducato di Bari”, in scena il 30 agosto 2021. Seguiranno “De oleo et vino” previsto il 13 novembre 2021 e “Orientis Partibus” previsto il 18 dicembre 2021 e che il Centro Studi del Mediterraneo Mousikè, propone ad un pubblico che ama il passato di uno dei periodi storici più influenti e maggiormente ricco di scoperte scientifiche e artistiche: il Rinascimento.

La data del 30 agosto 2021, con inizio alle h. 21:00, accenderà le luci su “Isabella e Bona Sforza, donne del Rinascimento dal Ducato di Milano al Ducato di Bari”. Madre e figlia tra le più infulenti donne antesignane di quell’intelligenza che caratterizzò l’abilità femminile del potere politico e artistico finalizzato alla società dell’epoca, coinvolgendo talenti delle Lettere e delle Arti che migliorarono la conoscenza e la ricerca per il popolo.

     Centro Studi del Mediterraneo Mousikè

Il Centro Studi Mousiké nasce in concomitanza con il Festival Mousiké, la primogenita tra le rassegne di musica antica pugliesi tuttora in attività. E’ stato il primo Festival di musica antica a carattere itinerante in Puglia (dal 1997) e nel corso degli anni ha coinvolto molti centri importanti privilegiando i siti del Patrimonio dell’UNESCO di Puglia e Basilicata. La formula del Centro Studi rispecchia in pieno l’unione delle arti evocata dal nome greco Mousiké, l’arte delle Muse: luoghi storici particolarmente significativi di Puglia e Basilicata (castelli, chiese e palazzi storici, chiostri etc.) come teatro di eventi culturali significativi, quali mostre documentarie, seminari, allestimenti di opere, concerti, produzioni teatrali. Presidente, Patrizia Gesuita, Vice Presidente, Debora Del Giudice.

La Chirintana è il nome di una danza contenuta nel manoscritto di Guglielmo Ebreo Ambrosio conservato nella Biblioteca Comunale di Siena, uno dei primi trattati a noi giunti in cui sono descritti i passi e gli atteggiamenti delle danze più in uso nel Quattrocento italiano. L’ensemble La Chirintana, nato nel 1995 è stato il primo in Puglia ad occuparsi della ricerca e divulgazione della cultura coreutica del Medioevo e del Rinascimento, ricostruendo danze ed atteggiamenti descritti nei manoscritti dei primi maestri di ballo nobile, divulgatisi dalla metà del secolo XV in poi. L’ensemble ha un repertorio di danze e musiche cha va dal Quattrocento al Cinquecento italiano, spagnolo e francese. Fondatrice è Marcella Taurino.

L’Inner Wheel, rappresentata dalla Prof.ssa Antonietta Pignatelli Palladino, ricercatore storico/scientifico, è un’ Associazione Femminile Autonoma, con un’organizzazione e un suo proprio Statuto che si colloca accanto al Rotary in quanto si ispira a ideali, finalità, obiettivi rotariani. Il simbolo, la ‘Ruota interna’, sta a significarne la matrice rotariana, la condivisione nell’agire e nel servire secondo il modello e lo stile rotariano visto, che all’origine dell’Associazione, i legami di parentela con i Soci del Rotary conferivano il diritto di diventare Socie dell’Inner Wheel. Rotary e Inner Wheel hanno un loro stile di vita, inconfondibile. Quello stile che ha permesso ai Rotariani di distinguersi nell’ambito della propria professione e di essere esempio per gli altri. E che ha permesso alle loro consorti, madri e figlie, compagne, a quelle donne che hanno scelto l’Inner Wheel, un’ulteriore possibilità di essere e di agire nel nome degli stessi valori. Si tratta di valori morali universali che il Rotary e l’Inner Wheel, la ruota nella ruota, sostengono e promuovono con grande coerenza e determinazione.

   

      Isabella d’Aragona (1470-1524)                    Bona Sforza (1494-1557)

Matera 23/09/2020

L’invito a questo importante evento di fine estate, è la rinascita delle attività teatrali che maggiormente hanno subito la crisi pandemica, con la sospensione di tutte le attività sociali. L’amore per le Arti sceniche è ragione per proseguire un cammino, insieme, per strade lastricate di bellezza e armonia.

Angelo De Leonardis, baritono

Marcella Taurino, ricerca coreografica
Ensemble di Musica e Danza antica “La Chirintana”
Danzatori:
Marcella Taurino, Patrizia Gesuita, Angela Maiorano, Santa Ardito,
con la partecipazione dei giovanissimi Ermanno Abbate e Sara Patruno.

I musici:
Gianluigi Bello: liuto, Pierluigi Abbate: flauti e cromorno
Debora Del Giudice: organetto portativo, Chiara Armenise viola da gamba
Claudia Di Lorenzo: spinetta, Francesco Patruno percussioni

Costumi Luigi Spezzacatene
Idea e ricerca di
Patrizia Gesuita e Debora Del Giudice

con la partecipazione di
Antonietta Pignatelli Palladino
ricercatore storico scientifico, Presidente del Club Inner Wheel Bari Alto Terra dei Peuceti

e
Fabio Massimo Aureli, Past Presidente Club Rotary Roma Foro Italico,
Maria Luisa De Natale, pedagogista, Rosangela Russo, soprano, Enza Balestra, voce recitante

Direzione organizzativa Gianni Pantaleo
Web press Anna Landolfi

Regia
Angelo De Leonardis

Teatro Kismet OperA
Bari, 30 agosto 2021, h. 21:00
Str. S. Giorgio Martire, 22/f
Info. Prenotazioni 338 8431292

Anna Landolfi.

https://www.innerwheel.it/club/iwc134

http://www.festivalmousikebari.com

http://www.artilibere.info

Le immagini e i testi potrebbero essere soggetti a copyright.

 

 

About Arti Libere

Guarda anche

“Dionisie urbane” con Mingo: sul palco il teatro pugliese

a cura della Redazione. Si è conclusa sabato 31 luglio 2021, presso la sede della …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vai alla barra degli strumenti