giovedì, 8 Dicembre, 2022 6:13:08 PM

Doppio concerto della Nuova Accademia Civera

di Nunzio Sfrecola.

Doppio concerto della Nuova Accademia Civera a Villa Ciardi e al Circolo Unione di Bari

Due nuovi appuntamenti concertistici recentemente tenuti dalla Nuova Accademia Civera, guidata dall’instancabile Mario Valentino Scarangella, hanno lasciato entusiasta il pubblico che in entrambe le date ha occupato tutti i posti disponibili. Infatti il primo concerto si è svolto nell’elegantissimo Salone dei Principi di Villa Ciardi a Bisceglie, grazie alla squisita ospitalità della proprietaria Rosa Pierro. Il secondo concerto, invece, ha avuto per cornice l’altrettanto raffinato e lussuoso Salone delle Feste del Teatro Petruzzelli, sede del prestigioso Circolo Unione.

 

 

 

 

 

Entrambe le serate hanno visto protagoniste alcune giovanissime violiniste allieve del Conservatorio Piccinni di Bari che, sapientemente guidate dai loro maestri nonché dal maestro Scarangella che tutte le ha accompagnate al pianoforte con la professionalità che lo contraddistingue, hanno dato eccellente prova di sé in repertori violinistici non sempre facili appartenenti a diverse epoche storiche. Infatti il programma di entrambi gli eventi ha avuto inizio con “Il Cigno” tratto dal “Carnevale degli Animali” di Camille Saint-Säens eseguito con apprezzata sensibilità da Alma Brattoli, per proseguire poi con la celebre Sonata in La Maggiore per violino e pianoforte di Cèsar Franck (di cui quest’anno ricorre il bicentenario della nascita) affidata alla bravissima Sabrina Di Maggio, più volte risultata giovane eccellenza del Conservatorio barese, che ha eseguito con grande perizia il I e il II movimento.

Il viaggio musicale, se così lo si può definire, fra le diverse epoche cui si accennava, è proseguito poi con una puntata sul barocco di George Friedrich Händel, Antonio Vivaldi e Arcangelo Corelli. Di Händel, infatti, la violinista Maria Gabriella Nanna ha proposto con stile accurato il I e il II movimento della Sonata VI in Mi Maggiore HWV 373 e, sempre dello stesso autore, Letizia Lauta ha eseguito la Sonata IV in Re Maggiore HWV 371, dimostrando ottima tecnica e appassionata musicalità. Di Vivaldi la giovanissima Maristella Harka ha interpretato la Sonata in Re per violino e basso continuo F. XIII n° 6, rivelando grande talento che verrà ulteriormente affinato nella prosecuzione dei suoi studi. Di Corelli, invece, abbiamo avuto modo di ascoltare la famosa “Follia” nella interpretazione al violino di Loredana Amato, assai apprezzata e applaudita dal pubblico che ha gremito il Circolo Unione di Bari.

Il programma includeva anche la Sonata in sol per violino e pianoforte di Giuseppe Valentini, anch’egli di epoca barocca, eseguita con grande disinvoltura e padronanza dello strumento da Annalisa Novembrini.

La serata al Circolo Unione è stata inoltre impreziosita dal giovanissimo soprano Anna Chiara Di Chio che ha interpretato, con notevole sensibilità artistica e musicale, l’aria “Il faut partir” tratta da “La Figlia del Reggimento” di Gaetano Donizetti.

Il livello artistico delle serate lo si è subito appreso nel vedere che tutte le musiciste hanno eseguito il loro programma rigorosamente a memoria, dimostrando grande coraggio, concentrazione e soprattutto tanto studio. E il pubblico non ha risparmiato, infatti, calorosi e lunghi applausi per tutti, compreso il maestro Scarangella che nel 2022 ha raggiunto il 50° anniversario di appartenenza ininterrotta al Conservatorio Niccolò Piccinni di Bari, prima come allievo e poi come docente.

In foto, da sx a dx partendo dall’alto: Alma Brattoli, Sabrina Di Maggio, Anna Chiara Di Chio, Mario Valentino Scarangella, Letizia Lauta, Maristella Harka, Maria Gabriella Nanna, Annalisa Novembrini

Nunzio Sfrecola.

About Arti Libere

Guarda anche

Elio Corona. “Confusione mentale”, il romanzo thriller della terra di Sardegna

di Anna Landolfi. Se i confini delimitano uno spazio, Elio Corona lo identifica nella millenaria …

Lascia un commento