domenica, 4 Dicembre, 2022 10:03:40 AM

Nicoletta Bandino, Virginia Carrara, poesie…”non di autore”

di Anna Landolfi.

Di nuovo insieme. Di nuovo con gli autori meno “noti” ma non per questo meno importanti. Possiamo certamente affermare che essere “noti” non è necessariamente essere più rilevanti nel contesto di una suggestione. Forse che di fronte ad un quasiasi fiore, si resti “algidi”? Che sia una rosa o un comune garofano, forse cambia la visione? O un tramonto visto da un qualsiasi posto di questo pianeta, sia meno incantevole visto dalla nostra terra? Una sensazione provata è una sensazione provocata da un sentimento. Qui, in questa rubrica, citeremo e presenteremo, tutti coloro i quali hanno da trasmetterci un’ emozione.

Nicoletta Bandino

“Profumo e passione”

È un problema grosso il tuo profumo addosso,

ricorda di fremiti e baci, 

Ricorda di amanti fugaci.

È un problema grosso il tuo profumo addosso,

Quando il mio calice riempi di piacere e gemiti,

È un problema grosso il tuo profumo addosso, 

Il calice di vino,

Rovesciato sul tavolino

profuma di passione complicità e calore.

È un problema grosso il tuo profumo addosso, 

Profumo di bei ricordi fantastici balordi,

Di baci rubati,

Di amanti ubriachi.

Turbano i versi. Un turbinìo di sensi resi “materia” per come sono stati composti. Si ha la sensazione che sia stata scritta ad occhi chiusi. L’unico senso non espresso con le parole. Dimostra quanto ognuno dei sensi, abbia un valore disgiunto dagli altri. Tra profumi e sapori, ascolta il respiro dell’amato in un unico elemento fatto di profonda passione fisica.

Virginia Carrara

“Senza barriere”.

    Paludi ristagnano ai margini dei miei occhi, infestati di dolore.

Goccia dopo goccia si depositano mari salati

Circoscritti agli incavi sulle mie spalle.

Rivoli che sulla pelle nuda scivolano

Adagiandosi sul seno

La sofferenza viaggia meglio senza barriere.

Scende fino ai fianchi,

Bagna le mani.

Bagna la terra.

Se solo fossero nere le lacrime!

Rappresenterebbero ciò che portano

Ti fermeresti a guardare me

Che in questa stanza

Penso alla fine

Di cosa: è ancora da scoprire.

Ha occhi che spaziano lontani dagli orizzonti. L’autrice ha una visione ben più ampia di quanto dimostrino i suoi giovani anni. E’ profonda la riflessione, su quanto intorno le procuri un senso di inquietudine senza lederle il desiderio di vita. E’ semmai una ricerca che, forse, inutili sono i sorrisi, se non leniscono anche le insofferenze. Dà loro, una ragione per poter essere espressi su un viso, solo dopo avere inteso, quanto ancora  non tutto è compreso. Ma gli spazi del pensiero non hanno confini e attende, serena, di sorprendersi quanto ancora c’è da scoprire.

Anna Landolfi.

“Profumo e passione”, voce di Anna Pibiri, attrice, regista Compagnia Teatrale “Is amigas” di Selargius, (CA).

https://www.facebook.com/groups/509361872799592

“Senza barriere”, voce di Anna Maria Carella, presidente F.I.T.A. Puglia (Federazione Italiana Teatro Amatori).

https://www.facebook.com/FITAPuglia

Le immagini e i testi potrebbero essere soggetti a copyright.

In copertina: Matisse, “La danza” (1909).

About Arti Libere

Guarda anche

Francesca Romana Biscardi, passeggiando nello Zodiaco, creatività tra i pianeti

di Patrizia Gesuita. E’ affascinante conoscere persone particolarmente creative e sensibili, purtroppo in giro non …

Lascia un commento