mercoledì, 7 Dicembre, 2022 2:05:34 AM

Grace Bumbry. Recital lirico e premiazione. Teatro Van Westerhout 16 settembre

di Rino Liuzzi.

Palazzo Pesce Eventi in collaborazione con Agìmus Associazione Giovanni Padovano di Mola di Bari presenta la cerimonia in onore di Grace Bumbry e il recital lirico degli allievi della sua “Masterclass di alto perfezionamento in Canto lirico”, venerdì 16 settembre 2022 alle ore 19.30 al Teatro Van Westerhout di Mola di Bari 

Un evento in Puglia che si aprirà con la consegna, da parte del sindaco di Mola di Bari Giuseppe Colonna e dell’Assessore alla Cultura Angelo Rotolo, delle chiavi della Città a Grace Bumbry, una delle dive dell’empireo della lirica, una carriera lunga decenni che l’ha vista nel ruolo di, solo per nominarne alcune,  Amneris, Eboli, Azucena, Ulrica, Carmen, Dalila, nei teatri più prestigiosi di tutto il mondo e sotto la direzione di bacchette del calibro di Claudio Abbado, Leonard Bernstein, Karl Böhm, Herbert von Karajan, James Levine, Lorin Maazel, Zubin Mehta, Wolfgang Sawallisch e Sir Georg Solti.

Grace Bumbry nata in una famiglia modesta, si diplomò alla Charles Sumner High School, la prima high school per neri a ovest del fiume Mississippi. A 17 anni vinse un concorso radiofonico cantando l’aria della Principessa d’Eboli “O don fatale” dal Don Carlo di Verdi: il primo premio era una borsa di studio per frequentare il conservatorio locale, ma all’epoca la scuola non accettava studenti afro-americani. Imbarazzati, gli organizzatori del concorso fecero sì che in alternativa potesse studiare alla Boston University. La Bumbry passò poi alla Northwestern University, dove incontrò il noto soprano drammatico e interprete wagneriana Lotte Lehmann, di cui divenne allieva alla Music Academy of the West di Santa Barbara e che divenne la sua mentore ai suoi esordi. Nel 1958 fu scelta assieme al soprano Martina Arroyo alle audizioni della Metropolitan Opera di New York; più tardi, quello stesso anno, esordì come concertista con un recital a Parigi. Il debutto nell’opera avvenne invece nel 1960, ancora a Parigi, con il ruolo di Amneris in Aida all’Opéra Garnier. Sempre nel 1960 entrò a far parte della compagnia del Teatro di Basilea.Raggiunse la notorietà nel 1961, a ventiquattro anni, quando fu scelta da Wieland Wagner, direttore artistico del Festival di Bayreuth e nipote di Richard Wagner, per interpretare il ruolo di Venere in Tannhäuser: era la prima cantante di colore a salire su quel palco. Il cast comprendeva anche Victoria de los Ángeles nel ruolo di Elisabeth e Wolfgang Windgassen in quello di Tannhäuser. Il pubblico tedesco di stampo più conservatore fu scandalizzato, e il clamore nei mass media la resero una celebrità sulla scena internazionale. In seguito a ciò venne invitata da Jacqueline Kennedy a cantare alla Casa Bianca (vi avrebbe fatto ritorno nel 1981, per cantare alla cerimonia di insediamento di Ronald Reagan).

A seguire il concerto finale: le grandi pagine del repertorio operistico rivivranno nelle voci degli allievi che avranno colto l’opportunità unica e irripetibile in Puglia di lavorare, immersi nella quiete delle pareti della dimora nobiliare, sugli aspetti legati all’interpretazione e alla tecnica con una delle ultime regine dell’opera.Al termine del concerto saranno rilasciati gli Attestati di frequenza dall’Atelier delle Arti.

Palazzo Pesce  Eventi  in  collaborazione  con  Agìmus, Associazione  Giovanni  Padovano di  Mola di  Bari  presenta la cerimonia in onore di Grace Bumbry e il recital lirico degli allievi della sua “Masterclass di alto perfezionamento in Canto lirico”Venerdì  16 settembre 2022 alle ore 19.30 al Teatro Van Westerhout di Mola di Bari.

Rino Liuzzi.

Le immagini e i testi potrebbero essere soggetti a copyright.

 

About Arti Libere

Guarda anche

PAPÈL 2 LAUS ET VOX PACIS

di Flora Marasciulo. Come promesso, ecco PAPÈL 2! Anche in quest’articolo ho inserito blocchi di …

Lascia un commento