giovedì, 18 Aprile, 2024 11:39:59 AM

Polignano a Mare – Maria Grazia Gravina – La Scuola, la mia Vita

Spesso siamo abituati a incontrare docenti poco motivati per vari motivi. Fare l’insegnante nel nostro Paese è una “Missione” davvero difficile e complicata.

Le cause possono essere molteplici, dal mancato riconoscimento del ruolo di docente da parte degli alunni, all’ingerenza continua di genitori superficiali e frustrati perché ormai i figli non li riconoscono nei loro ruoli genitoriali e cercano di delegare agli insegnanti ed ai dirigenti il loro compito, tuttavia, quando i docenti sono severi, vengono attaccati da mamme e papà con motivazioni assurde e illogiche.

Momento conclusivo del corso di formazione itinerante

Potenzi-Amo le App di Google ( maggio 2023)

Per non parlare dei compensi poco soddisfacenti (ricordiamo che siamo il fanalino di coda della Comunità Europea… Dietro l’Italia ci sono alcuni Paesi dell’est, l’Albania e la Turchia).

Conoscendo Maria Grazia Gravina, donna affascinante, dal sorriso sbarazzino, moglie e madre dal grande entusiasmo contagioso, si torna ad essere pieni di speranze e di progetti, come quando si è incominciata la carriera di insegnante.

Maria Grazia Gravina è una persona che, nonostante le difficoltà incontrate e che continua a incontrare nella sua professione (soprattutto in uno Stato dove la scuola dell’obbligo si ferma al biennio della Scuola secondaria di II Grado e in cui, dalla Riforma Gelmini, la scuola è vista erroneamente come un’azienda), non perde la voglia di proporre progetti, di combattere in trincea in prima linea e, nonostante le avversità, non perde la passione e l’entusiasmo per il suo lavoro dinanzi alle innovazioni didattiche.

Guida Culinaria Nazionale “ Osteria d’ Italia” 1998 – Ristorante Antichi Sapori- Polignano

Quindi, prima parte della sua vita l’ha vista come una imprenditrice nel settore della ristorazione, ma arriviamo alla sua attività professionale attuale. Come nasce l’amore per la didattica?

(Maria Grazia sorride) Pura casualità, dopo essermi laureata nel 1996 e aver superato degli esami abilitanti all’insegnamento di lingua inglese e francese, discipline che insegno da ventidue anni, ho incominciato a inviare domande di messa a disposizione nelle scuole.

A dispetto delle mie aspettative, dato che non era stato bandito il concorso ordinario, fui convocata dalla Scuola Media “Carelli” di Conversano.

Ricordo che ero convinta che si trattasse di uno scherzo. Quando mi presentai a scuola, il Dirigente mi accolse con stupore data la mia giovane età e mi disse che non c’era nessun errore; il giorno dopo sarei entrata in classe.

Ricordo di non aver dormito tutta la notte al pensiero della mia nuova vita da docente! Dal primo momento in cui sono entrata in classe…è stato subito amore.

Vivo la mia quotidianità scolastica con la stessa passione con cui mio padre viveva il suo lavoro, una vera mission. Questo è quello che mi accomuna tanto a lui. Insomma, si è trattato del classico “amore a prima vista”!

Da lì è nato il desiderio di impegnarmi costantemente in sfide motivanti personali a favore dei miei alunni.

Vicepreside, Referente di plesso, tutor, esperta, facilitatore, valutatore per i progetti Pon, Funzione Strumentale per la Comunicazione e il Sito Web, per l’Erasmus e la Formazione, Referente del Cyberbullismo, Referente per le certificazioni linguistiche, Capo Dipartimento di Lingue Straniere, Progetti di ogni genere, quali teatro, English breakfast, Diritti a scuola, ecc…

Queste alcune delle sue funzioni, per far comprendere ai nostri lettori chi è Maria Grazia Gravina, un vulcano, una persona che va a mille all’ora.

So che ha realizzato un Progetto importantissimo nella sua scuola, che ricordiamo è la “Bregante – Volta” di Monopoli, il desiderio di fare sempre cose nuove e motivanti per gli alunni, non  l’ha fermata neppure durante il Covid. Ce ne vorrebbe parlare dettagliatamente?

Premetto che mi occupo di certificazioni linguistiche da ventidue anni e sono sempre stata referente Trinity in tutte le scuole in cui ho lavorato fino ad oggi, pertanto, ho continuato a fare corsi di preparazione per il conseguimento della certificazione linguistica per i miei alunni

Non volevo che tutto si fermasse a causa della pandemia Covid19, soprattutto, il mondo della scuola. Pertanto, con il supporto della mia Dirigente, ho incominciato a organizzare in video conferenza e in presenza (con l’ausilio delle mascherine) corsi di lingua inglese per ottenere la certificazione.

Cercavo di far aggrappare alla vita tutti coloro che conoscevo, tramite la scuola perché per me la Scuola è vita, la mia vita. Ho organizzato diverse sessioni d’esame e numerosi alunni hanno conseguito la certificazione

Il numero degli alunni certificati è cresciuto in maniera esponenziale, in effetti lo scorso anno sono stata invitata dal Trinity College London a Roma, per portare la mia testimonianza come referente dell’attività svolta durante i periodi della pandemia.

Trinity Celebration Day-

Roma maggio 2022 col Ministro Berlinguer

Successivamente, a maggio, sono stata invitata anche all’Hotel Excelsior alla manifestazione “Trinity Meets Puglia” per rilasciare la mia testimonianza come docente di lingua che è stata inserita in una pubblicazione dal titolo “Trinity: il topic di una vita”.

Premiazione 6th European CAF Users’ Event
Rome 2014

A tal riguardo, inoltre, ho scritto un articolo pubblicato sulla rivista UCIIM in cui parlavo dell’insegnamento che si trasformava da un momento di vita ordinario in un momento di vita “straordinario”, perché ai miei corsi non partecipavano solo alunni normodotati con medie alte nella lingua inglese ma anche alunni BES, DSA e DVA, che sono riusciti a conseguire la certificazione con risultati davvero brillanti.

Credo fermamente che la Scuola debba essere di tutti e per tutti e ho cercato di dimostrarlo sempre.  Si è trattato di un’esperienza di una soddisfazione immensa!

Trinity Celebration Day 2022 – Bari

Presentazione dell’ Articolo scritto Trinity: Il topic di una vita

Bravissima! Che bella iniziativa. Complimenti! Mentre chiacchieravamo prima dell’intervista, mi ha colpito il fatto che, addirittura, un’alunna, che faceva la chemioterapia, seguiva con grandissimo interesse il suo corso.

Si, è vero, lei arrivava prima di tutti ogni giorno davanti al cancello della scuola…e   mi aspettava con gioia.

Anch’io speravo che lei ci fosse sempre, nonostante il suo stato di salute estremamente precario; incredula, ringraziavo il Signore di vederla alle mie lezioni e ne assecondavo i ritmi di apprendimento.

Quest’esperienza per me è stata una fonte di arricchimento notevole mentre per lei è stata una grande sfida non solo nell’ambito scolastico, ma anche nella vita, dato che è riuscita a sconfiggere il cancro e a conseguire la certificazione linguistica.

Riconoscimento del Trinity College London 2023

Digital Transformation Teacher

So che non lo menzionerà per umiltà, ma voglio segnalare che ha ricevuto riconoscimenti importanti a livello nazionale, per il suo splendido lavoro…

Nel 2014 lavoravo all’I.C. Resta – De Donato Giannini di Turi e, con incredibile sinergia, ho collaborato con la mia collega Rosanna Palmisano nel progetto “CAF Formez for Education”.

La Scuola è stata insignita dell’Attestato di “Scuola CAF User” per aver redatto, a livello sperimentale, un RAV (Rapporto di Autovalutazione) ed un PDM (Piano di Miglioramento), individuando un punto di debolezza che si è trasformato in punto di forza, soprattutto, dopo un durissimo lavoro relativo al sito web del nostro Istituto di cui mi sono occupata personalmente.

Sono stata a Roma ad una Convention europea a rappresentare la mia scuola e a ritirare il premio poiché il sito web d’istituto aveva soddisfatto tutti i criteri del Dlsg 33/2013.

Questo anno, invece, è giunta dal “Trinity College London” una mail di premiazione per il numero corposo di studenti, che hanno conseguito il titolo della certificazione linguistica nell’Istituto Comprensivo per il quale lavoro.

Siamo stati menzionati come una delle scuole più virtuose d’Italia. Siamo stati omaggiati del “Digital Transformation Award 2023”, inserito sul sito della scuola, mentre io ho ricevuto il premio come “Trinity Digital Teacher 2023” in ambito di trasformazione digitale e sostenibilità.

Complimenti davvero! Siamo orgogliosi come pugliesi di avere delle eccellenze tra i docenti. Tuttavia, non finisce qui… Perché Maria Grazia Gravina non è solo docente di lingue, ma è Presidente della sezione UCIIM di Polignano. Ricordiamo ai lettori che l’UCIIM è su territorio nazionale ed è riconosciuta dal Ministero. Di cosa si occupa?

L’UCII è un’Associazione senza fini di lucro, l’acronimo sta per Unione Insegnanti Italiani Cattolici e comprende Docenti, Dirigenti e Formatori, Educatori e Docenti in quiescenza del nostro territorio.

Tutte le sezioni sono coordinate dalla Presidente UCIIM Puglia, la Dottoressa Lucrezia Stellacci. In Puglia ci sono 24 sezioni UCIIM, tra cui quella di Polignano, che include un elevato numero di soci.

Abbiamo organizzato Corsi di Formazione, Convegni, Congressi, in tutto circa un’ottantina di eventi in cinque anni dalla nascita della nostra associazione.

La nostra Sezione raccoglie soci che vengono da tutta la Puglia e non solo, perché la nostra sezione è davvero molto operosa sul territorio con proficue collaborazioni con altre Associazioni culturali. E’costituita da soci motivati, operosi e credibili, ecco perché sta crescendo in maniera esponenziale.

Festival del Libro Possibile 2023

presentazione del libro Baresi nel cuore

Sicuramente una grande professionalità e, soprattutto, una passione per la didattica a 360 gradi. Non solo… So che un paio di settimane fa, ha ricevuto un incarico importantissimo ed assolutamente ben meritato dall’UCIIM. Di cosa si tratta?

Nel nuovo anno scolastico non sarò più docente presso la mia scuola, ma sarò docente comandata per l’UCIIM. Mi occuperò di formazione, ricerca innovativa e didattica.

Il mio apporto lavorativo sarà progettare e realizzare corsi di formazione molto interessanti, aggiornati e propositivi per i tempi che viviamo.

Come per esempio, in settembre, la nostra sezione organizzerà un Corso sulla Robotica e l’Intelligenza Artificiale che avrà come relatrice la Presidente Regionale, la Dottoressa Lucrezia Stellacci, e come formatore il Prof. Gerardo Zenga.

Sarebbe interessante e molto stimolante portarlo anche a livello nazionale, dato che in passato mi è stata data l’opportunità di collaborare con il Prof. Zenga nella realizzazione di un corso sulla didattica a distanza intitolato “Dall’apprendimento a distanza alla costituzione di comunità educanti”.

Maria grazia Gravina e Emilio Venturini,

Direttore Trinity College London

Maria Grazia Gravina, una grande docente, che umilmente, nel corso degli anni, ha sempre accettato le sfide per assicurare una didattica innovativa e di altissimo livello.

Dopo anni di duro lavoro, è arrivato il meritato riconoscimento e il successo dovuto al grande entusiasmo, alla creatività e alla passione che Maria Grazia, come donna ed educatrice oltre che didatta, mette nelle cose che organizza.

Non lo fa per pura vanità, ma perché crede con tutta sé stessa in ciò che realizza e questo arriva al cuore della gente.

 Patrizia Gesuita.

About Arti Libere

Guarda anche

Trani (BAT) – REL – AZIONI. Diritto alla libertà, diritto al rispetto

l’Editoriale. Si è concluo sabato 23 marzo a Palazzo delle Arti Beltrani “R E L …

Lascia un commento